SIAMO PRONTI A RIPARTIRE, SCOPRI DI PIù

La Città Eterna, dove i ricordi durano per sempre

d

Roma è così; l’eco di un verso tra le pagine di un libro. Una città affascinante e antica: culla di una grande e potente civiltà di cui tutt’oggi possiamo ammirare i resti, straordinarie testimonianze monumentali che persistano nel tempo quasi del tutto immutate, correnti d’arte che hanno lasciato dei segni indelebili.

Passeggiare per le sue vie e le sue piazze è come sfogliare il più ricco manuale della storia dell'arte occidentale: archi e scalinate, colonne e obelischi, ville e giardini, palazzi e chiese, fontane e monumenti, riflessi della gloria di imperatori, principi e papi, testimoni del genio di artisti dal talento immortale.

In ogni angolo si nasconde qualcosa da vedere e scoprire.Uno dei principali punti di interesse della città è la Basilica di San Pietro in Vaticano dove è conservata la tomba di S. Pietro. Al suo interno si può ammirare la cupola del Michelangelo realizzata nel 1546 e la Pietà, la Porta Santa del Giubileo, la Cappella Sistina, gli appartamenti del Borgia e la sala del Tesoro. 

Un altro dei monumenti di Roma divenuti simboli di questa città è la Fontana di Trevi (‘700) scolpita da Nicola Salvi, dove milioni di turisti affidano i propri desideri.

Segue Villa Borghese, la più maestosa e ricca, come collezione, fra le gallerie d’arte italiane. 

Impossibile non citare Il Colosseo (o Anfiteatro Flavio) la cui realizzazione si deve a Vespasiano nel 72 d.C. che lo volle per mettere in scena delle spettacolari battaglie fra navi. Prima di divenire scenario per i celebri duelli tra gladiatori.

d

d

Merita una visita il monumento della Barcaccia scolpito da Pietro Bernini nel 1627 in Piazza di Spagna così come la Fontana del Nettuno (1574) in Piazza Navona.

Roma è famosa per le sue Chiese, tra le quali troviamo la chiesa San Giovanni in Laterano che Costantino I fece costruire nel IV secolo e che, nel 324, papa Silvestro I dedicò al Santissimo Salvatore, la Chiesa Santa Maria sopra Minerva (1280) che custodisce la tomba di santa Caterina da Siena e del Beato Angelico oltre ad alcune opere del Michelangelo e del Bernini e Santa Maria del Popolo dove fu posta la sepoltura di Nerone e che ha ospitato il giovane  Martin Lutero.

Per fare un giro nella Roma antica, ci si può dirigere verso il Foro Romano situato tra il Palatino ed il Campidoglio per poi proseguire verso le Terme di Caracalla costruite dall’imperatore Caracalla sull’Aventino tra il 212 e il 217 e l’arco di Costantino (315).
Segue il Mercato di Traiano con il Museo dei Fori Imperiali che espone calchi e frammenti delle antiche costruzioni romane, riprodotte anche con plastici e calchi.

In ultimo citiamo il Pantheon costruito dagli antichi romani come un tempio e poi convertito in basilica nel VII secolo.

Una città che condivide con Malo la cultura del senza tempo, della meraviglia di un’opera ben fatta, destinata a durare per sempre.